Che cos'è questo blog?

Per le mamme ma non solo.

Per chi ha bisogno di sentirsi in (pessima) compagnia.

Per sfogarsi.

Per sapere che alla fine, se così tante si lamentano, magari non siamo noi che non andiamo bene, ma forse ce l'hanno raccontata un po' troppo grossa all'inizio.

Come quando ti raccontano del principe azzurro e poi, quando ci vivi assieme, lo strozzeresti un giorno si e un giorno anche sto principe azzurro.

Allo stesso modo ci hanno infocchettato la storia della maternità con cuoricini e angioletti, ma quando ti ci ritrovi tutto questo straripare d'amore e sintonia tu non lo vedi, e ti senti sbagliata.

Non sei sbagliata. Sei una pessima_mamma in ottima_compagnia.


sabato 26 febbraio 2011

La storia di Finalmentemamma

Innanzitutto ci tengo a ringraziare tutte voi che ci seguite e che ci venite a trovare ed un ringraziamento particolare a tutte le amiche che ci hanno "pubblicizzato" nel loro blog...grazie mille!!!
Bene, ora passiamo alla mia storia!

Tutto è iniziato 15 mesi fa..quasi 15 mesi fa..il giorno in cui ho scoperto di essere incinta...quando tutti e dico tutti mi dicevano "vedrai che bello quando nascerà e si attaccherà al tuo seno!"..e questo era davvero il mio sogno...notte e giorno dicevo a mio marito che non vedevo l'ora che nascesse per poterla allattare..perchè tuti me ne parlavano come di un momento magico!
Poi la mia bambina è nata e nel reprto dove mi avevano ricoverata non c'era la possibilità di avere con me la bambina come avevo richiesto e quindi con 30 punti di lacerazione dovevo prendere la sedia a rotelle (quando era disponibile...sennò 2 piani a piedi!) con ciambella incorporata e andare ad allattare..cioè a fingere di allattare...
Le ostetriche erano lì presenti...ma guarda caso la mia bambina aveva semore una stiscia di bavetta bianca e dormiva e quando chiedevo alle ostetriche come mai loro mi rispondevano che forse avevo così tanto latte che appena si attaccava si riempiva..e poi le sentivo ridere....e non capivo...
Mio marito venne in mio soccorso e quando disse alle ostetriche di non far mangiare la bambina prima che io salissi e la volta successiva lei era sveglia e piangeva e avev fame e voleva attaccarsi ma io non sapevo come fare visto che, avendo i capezzoli rientrati..non riusciva..e l'ostetrica stizzita mi disse "Si vede che ci sono problemi fra lei e la bambina, SE LA BAMBINA NON LA VUOLE non è colpa nostra!". Come in un film queste parola hanno rimbombato nella mia testa! Un'ostetrica più compassionevole mi disse, bisbigliando per non farsi sentire, "Compri i paracapezzoli e venga qui che più tardi l'aiuto io!"..ma più tardi lei non c'era e io e i paracapezzoli facevamo a botte con la bimba..le ostetriche continuavano a farla mangiare prima che io salissi al nido e io mi dicevo che a casa sarei riuscita a farla attaccare!
Ma arrivati a casa lei strillava, abituata al biberon, la fatica che doveva fare col mio seno non le piaceva e piangeva per ore mentre io provavo ad attaccarla e intanto piangendo continuavo a dirle "Perchè non mi vuoi, perchè non mi vuoi!"...mio marito esasperato uscì a comprare il latte in polvere e preparò 60 ml di latte, poi venne in camera da letto, prese la bimba, la mise nel lettino, mi abbracciò e mi disse "Tua figlia ti ama, tu sei la sua mamma e lei ti amerà per sempre, non preoccuparti, non muore di fame, tu rilassati un pò e io la facio mangiare ok?!"...e così è stato. Ma io mi ero incaponita...ho comprato il tiralatte, ho contattato la Lega del Latte...e via...tiravo 20ml di latte ogni 2 ore mentre gli sms che arrivavano sul mio cellulafe recitavano tutti così "Ciao e auguri per la pupa...si attacca bene?la allatti?" e la mia risposta era no...e allora iniziavano i "Mi dispiace tantissimo"...come se la stessi ammazzando...e io mesntivo sempre più in colpa! Le ragazze della Lega del Latte mi dissero che non essendosi attaccata subito e bene la produzione di latte era stata irrimediabilmente compromessa e se fossi riuscita ad allattarla avrei dovuto sempre darle l'aggiunta...ma la botta finale fu la pediatra che visitandola dopo 2 settimane dal parto mi disse "La bambina è nata piccola e non sta prendendo abbastanza peso in fretta, se non vuole che stia male, le dia il latte artificiale e basta...è inutile incaponirsi quando è a rischio la salute di sua figlia!". E così è iniziato il passaggio al LA  senza più paranoie di tiralatte e consigli di amiche varie che arrivarono addirittura a consigliarmi di far attaccare mio marito al seno per farlo succhiare e farmi venire la montata o adirittura di trovare qualche gattino o cagnolino appena nato e attaccare questo....mi sentivo mortificata....avrei dovuto attaccare un cane al mio seno per far poi mangiare mia figlia?! Ma neanche morta!!!!Però i sensi di colpa aumentavano per i soliti commenti tipo...ma povera bambina, ma chissà quante malattie si prenderà, ma quanti soldi fai spendere a tuo marito, ma tutte riescono ad allattare, ma non hai provato abbastanza....e così piangevo ogni volta che dovevo preparare un biberon pianegvo notte e giorno...ma per fortuna avevo ed ho accanto un marito d'oro che era sempre lì a consolarmi, a dirmi di non preoccuparmi, che a lui importava solo la salute della nostra bimba e la mia e non gli importava dei soldi e di tutte le chiacchiere della gente..l'importante era che io mi rilassassi!!!!
Oggi sono pasati 6 mesi e mezzo..l'ultimo pianto di fronte al biberon è stato 1 mese fa...la mia bambina sta bene, cresce bene e io sono rilassata e felice...ma i sensi di colpa sono lì pronti in un angolino della mia testa per risaltare fuori ogni volta che arriva qualche altro commento...perchè in fondo credo che dovrà passare un sacco di acqua sotto i ponti prima che possa lasciarmi tutto alle spalle!

22 commenti:

geng ha detto...

Contrariamente a quanto possono farti credere allattare all'inizio non è per niente idilliaco: far attaccare bene il bambino non è facile e se vengono le ragadi è una vera sofferenza, io ogni volta vedevo le stelle...per fortuna dove ho partorito io si pratica ovunque il rooming-in e il bambino è sempre a completa disposizione della mamma ma come ti ho già detto quando non ti permettono di allattarlo i primi giorni avere il latte è praticamente impossibile!

Finalmentemamma ha detto...

@geng...si purtroppo adesso lo so...il problema è che quando sei al primo figlio e nessuno ti dice niente...e tu non sai niente...ti sembra di cadere dalle nuvole..e credi di essere tu quella sbagliata!!!

pinkmommy ha detto...

tuo marito è stato davvero fantastico, ha saputo capirti e starti accanto, certo, non ha potuto zittire gli impiccioni che sanno sempre tutto loro...ma credo proprio che per te sia stato importante averlo così "dalla tua parte"...
spero solo che i tuoi sensi di colpa ti lascino del tutto, presto, perchè sei una mamma fantastica, e tua figlia ti vuole eccome! un bacione

Finalmentemamma ha detto...

grazie pink...è vero...ho un marito fantastico...e purtroppo le malelingue ci sono e ci saranno sempre, i sensi di colpa si allontanano ogni volta che mia figlia gioca con me e mi sorride...spero anche io che prima o poi spariscano proprio!!!

Gnappetta ha detto...

Ma che ostetriche stronze che hai trovato! Comunque la storia del marito a ciucciare il seno l'avevano proposta pure a me per non farmi venire un ingorgo mammario! COMUNQUE l'importante è che la puzzola stia bene, allattamento al seno o no lei sa che tu sei la sua mamma ed è con te che si è creato un rapporto speciale già nel pancione. Un bacio

Finalmentemamma ha detto...

@gnappetta...sai che qualche volta penso di andare atrovarle per mandarle a quel paese e dirgliene di tutti i colori!!!Però è vero..lei è la mia vita e io spero di essere il suo primo grande amore!!!!!

Moon ha detto...

io sono davvero basita di fronte a tanta ignoranza...e menefreghismo...parlo ovviamente delle ostetriche che devono essere l'aiuto iniziale per una mamma alle prime armi per non parlare di quelle talebane del latte...perdonatemi il termine...come si fa a proporre ad una madre di attaccare un animale al proprio seno..come si fa ad accusarla di non desiderare abbastanza una cosa come l'allattamento...e soprattutto come si fa a dire ad una neomamma: se tua figlia non ti vuole....
Sono davvero amareggiata, mi dispiace venire a conoscenza di queste cose...conosco Seavessi e so cosa ha passato durante l'allattamento...ma credo che se tutte le mamme che hanno avuto i tuoi problemi avessero accanto un uomo come tuo marito molte situazioni si risolverebbero molto più velocemente e serenamente...
Io non ho avuto questi problemi...l'allattamento è stata una bellissima esperienza..ma non all'inizio...le ragadi e le tette sempre per aria e quella stanchezza fisica e psicologica nel pensare: avrà mangiato abbastanza...? Starà bene? Poi la mia ha sofferto per parecchi mesi di reflusso..ogni volta che mangiava vomitava la metà...e giù di paranoie...
Concludendo..complimenti Finalmente..e complimenti a tuo marito!!!

Mammazeroventi ha detto...

Ficcatelo nella testolina che sei una brava mamma!!!!
La cosa di attaccare mio marito per aiutarmi a tirare fuori i capezzoli l'hanno detta pure a me...e per esperienza mia i paracapezzoli sono del tutto inutili...

Finalmentemamma ha detto...

@moon...si è vero purtroppo molte volte chi dovrebe aiutarci non ha voglia di farlo o non è abbastanza sensibile e umano per farlo..guarda quella del cagnolino mi ha fatta piangere per un sacco di tempo!!!! grazie anche delle belle parola...servono sempre eccome...

@zeroventi..allora è una fissa quella per i mariti...e che cos'è...quindi non servono eh?!io pensavo di usarli per il prossimo bebè...uffi!!!!

Mammazeroventi ha detto...

per il prossimo io invece ho deciso che se si vuole attaccare bene, se arriva il latte sempre bene... in caso contrario gli compro una collezione di biberon, ma le ragadi non credo di poterle reggere una seconda volta!!!!

Finalmentemamma ha detto...

e beh..ognuna di noi ha vissuto esperienze diverse e quindi ha asoettative diverse..ti auguro comunque che vada tutto bene..l'importante è che il tuo bimbo in arrivo sia sano e forte e abbia una bellissima famiglia che lo ama e si prende cura di lui...o di lei!!!!

Micaela ha detto...

Che nervi mi son saliti leggendo di queste ostetriche!!!
Che je venisse 'na cacarella istantanea in questo momento preciso!

Tanti tanti complimenti invece a tuo marito: carino, sensibile, tenero e davvero impagabile! Altro che!

Contessa ha detto...

Il giorno che ti gira di andare a fare le spedizione punitiva anti ostetriche dimmelo che ti accompagno volentieri.

Sono scioccata, sul serio.

Meno male che tuo marito ha davvero saputo comprendere la situazione nonostante neppure lui avesse esperienza in queste cose.

Non c'è nulla per cui sentirsi in colpa e ai commenti io risponderei per le rime...perchè quando andava 'di moda' allattare con il bibe e far spendere milioni in latte in polvere allora no, non c'erano commenti da fare a quei tempi eh?? Ma va' va'...

In altri paesi europei si consiglia l'allattamento al seno ma non si fanno le crociate: si fa come si riesce.

CosmicMummy ha detto...

credo che quelle puericultrici siano delle criminali. nel tuo caso è stata davvero solo colpa loro se non hai allattato. e il punto non è che tua figlia non abbia avuto la possibilità di avere il tuo latte - che come ho detto tante volte non è il latte artificiale il problema - ma che questo insuccesso ti abbia causato tanti sensi di colpa e frustrazioni. l'ho sempre detto, in queste cose ci vuole fortuna, bisogna trovare le persone giuste. fa rabbia però sentire che ci sono ospedali in italia in cui non si rispettano neanche quelle che sono le raccomandazioni dell'OMS e in cui sembra che ci si sia fermati agli anni '60.

Finalmentemamma ha detto...

@contessa...dai andiamo...facciamo domani alle 8...spedizione punitiva pronta!!! grazie delle tue parole!!!

@cosmic...è vero..anche io sono convinta che in fondo ci ho provato..e che non è colpa mia...ma i sensi di colpa purtroppo arrivano...e spero che se ne vadano con la stesa facilitàc on cui sono venuti!!!

nensi ha detto...

ascolta te lo dico con il cuore anche se è la prima volta che navigo da queste parti:io ho allattato parecchio (18 mesi la prima e22 il secondo)ma ho provato la stessa ineguatezza/incompetenza che hai provato tu e sono convinta che l'allattamento non mi renda una madre migliore di te neanche più forte.Io non sono stata allattata ma amo tantissimo mia madre,ogni rapporto madre-figlio è unico e non può essere compreso da nessuno...tanto meno da chi è pronto a giudicare o a dare falsi cosigli che sembrano più delle sentenze!Diventare mamma ti apre talmente tanto il cuore che ti rende molto vulnerabile e ti lasci colpire da commenti che in altri momenti non ti sfiorerebbero,tanto meno da estranei!Ti sembra che tutti siano superiori a te!Non è così!Tua figlia ha bisogno solo di te e tu devi essere forte anche per lei...noi mammme dobbiamo essere leonesse nel proteggere l'amore per i nostri figli davanti a ogni cosa.Io sono stata giudicata male per non aver smesso di allattare al momento "giusto"...come vedi sembra che non ne azzecchiamo mai una...ma il mio motto è "la mamma ha sempre ragione"quindi sono sicura che troverai dentro di te il tuo personale modo di amare tua figlia non credo che sarà un biberon a impedirtelo e poi mi sembra di capire che il papà sia stato dalla tua parte...gli altri non contano e a dire il vero penso che l'allattamento allontani un po' quei mariti che come il mio sono tutto il giorno al lavoro e non riescono a comunicare con chi usa segnali alternativi al linguaggio comune...Il problema è che certe cose ti toccano solo quando ti sono vicine ma quando i figli crescono te le dimentichi e le neomamme ti sembrano delle pazze quando in realtà sono solo spaventate perchè temono di prendere la decisione sbagliata...purtroppo questa paura a me non è ancora passata e non so se mi passerà mai ,ma per i miei figli sono la mamma più bella e brava al mondo!questo è quello che conta!impara a spiegare a tua figlia i tuoi sentimenti vedrai ti aiuterà!un'ultima battuta per sdrammatizzare:mio cognato,padre di due adolescenti, mi dice sempre"NON TI PREOCCUPARE!PUò SOLO PEGGIORARE!"
ciao un abbraccio

Finalmentemamma ha detto...

@nensi grazie...a sentire anche la tua storia sembr proprio che siamo tutte delle pessime mamme...a quanto pare per gli altri non ne facciamo mai una giusta...comunque ti ringrazio tantissimo per le tue parole!!!!sai che anche io quando mia figlia mi guarda con gli occhioni sgranati che sembra voglia dirmi che mi ama le dico sempre "Tesoro mio adesso coccoliamoci che quando sarai adolescente avrai tempo per odiare mamma!!!!"

Lizzina ha detto...

Mah... rimango basita davanti al comportamento delle ostetriche che hai avuto la sfortuna di incontrare! Ma come si fa!!?? E rimango sconcertata leggendo dei commenti rattristati di conoscenti, parenti o amici. Ma come si fa a dire certe cose ad una neomamma, farla sentire in colpa per una cosa per cui colpe non ha! Mamma mia quanta ignoranza c'è in giro... Un abbraccio.

Finalmentemamma ha detto...

@lizzina.grazie per la comprensione...guarda vdendo le cose a distanza di tempo...rimango basita pure io e avallo la mia tesi che le ostetriche prendessero qualcosa dalla Mellin....

Sookie ha detto...

Ho scelto di seguire questo blog xkè ce ne sono tanti in giro dove sn tutte super mamme capace di fare tutto in modo sereno e tranquillo facendo sentire,a persone come me, magari non particolarmente organizzate,PESSIME MAMME .... E' bello non essere soli .... Ho avuto un'esperienza simile .... è stato devastante

Anonimo ha detto...

Ne avevo già sentite tante pure io, ma quella del cane è follia criminale

Anonimo ha detto...

ci si sente quasi sempre in colpa se non si allatta, o come nel mio caso quando vuoi smettere di allattare... mia figlia ha 6 mesi tra pochi giorni e fino ad ora non ha preso altro che latte materno. adesso inizieremo con le pappe. ha fatto qualche assaggio di frutta ma sembra non gradire affatto. si è sempre attaccata al seno ogni due ore circa, ultimamente anche di notte e non ne posso più. quindi raggiunti i fatidici sei mesi inizieremo a introdurre il latte artificiale nelle poppate serali, quando ci mette una vita a sembrare appagata. eppure mi sento in colpa. uff.