Che cos'è questo blog?

Per le mamme ma non solo.

Per chi ha bisogno di sentirsi in (pessima) compagnia.

Per sfogarsi.

Per sapere che alla fine, se così tante si lamentano, magari non siamo noi che non andiamo bene, ma forse ce l'hanno raccontata un po' troppo grossa all'inizio.

Come quando ti raccontano del principe azzurro e poi, quando ci vivi assieme, lo strozzeresti un giorno si e un giorno anche sto principe azzurro.

Allo stesso modo ci hanno infocchettato la storia della maternità con cuoricini e angioletti, ma quando ti ci ritrovi tutto questo straripare d'amore e sintonia tu non lo vedi, e ti senti sbagliata.

Non sei sbagliata. Sei una pessima_mamma in ottima_compagnia.


mercoledì 16 marzo 2011

La mia esperienza

Forse io sono la piu' pessima di tutte........ perchè pur avendo caterve di latte.... non mi piaceva allattare. per niente. Quando le altre mamme, le ostetriche, le passanti... mi dicevano "ehhhh vedrai....allattare è la cosa piu' bella del mondo.....il rapporto unico che si crea.... e blablabla"....boh.... io che tutte le volte che si avvicinava l'orario della poppata mi sentivo male.

mi sentivo male perchè....mah non ho mai capito il perchè esattamente: credo che fosse perchè mi sentivo "legata", o meglio non sopportavo l'idea che la sopravvivenza di mio figlio fosse legata essenzialmente a me. e se mi capitava qualcosa? e se non potevo esserci? e se se se...? metteteci anche gli ormoni post-parto e il gioco è fatto: avrete una madre depressissima che non vede l'ora che i suoi figli abbiano 18 anni.

con il primo figlio è stato piu' facile...perchè il ragazzo fin da subito ha preso il biberon: quindi fin da quasi subito paparino e nonne arruolate a dare biberon sia di latte mio congelato che di artificiale... e svezzamento a 3 mesi e mezzo.

il secondo figlio: un vero incubo. il pargoletto non accettava NULLA che fosse di plastica o caucciu'...quindi niente ciuccio e niente biberon. MAI fino ai 6 mesi suonati in cui la bisnonna (mia nonna) vedendomi sull'orlo del figlicidio..... mi ha consigliato di lasciarlo digiuno per un po' e poi dargli solo il biberon. il "po'" ...sono state 36 ore. allora si che si è deciso a prendere il biberon per la prima volta nella sua vita.

comunque ricordo ancora come se fosse ora quando ho partorito il secondo figlio e mi sono presentata all'ospedale con i ciucci: come falchi si sono presentate al mio capezzale le volontarie della lega del latte che giravano a cercar prede....... e vedendo i ciucci tuonarono " non vorrai mica mettergli in bocca uno di quelli li??????? il miglio ciuccio è la tetta... e una buona madre DEVE accettare di stare con le tette al vento 24 ore al giorno per almeno 6 mesi".

si. come no. grazie per il consiglio e arrivederci. quella è la porta e questa è la mia camera.

Rossana

9 commenti:

Cenerentola.incasinata ha detto...

ci penso spesso al discorso allattamento....da un lato credo che sia un esperienza senza pari...una vita che vive grazie a te...dall altro la vedo come una resposabilità immensa...la stessa vita che dipende da te!!! certe volte nn so dipendere nemmeno io da me stessa...sarei mai in grado di farci dipendere qualcun altro? ai giudici l ardua sentenza...

Seavessi ha detto...

mah cenerentola... quella vita dipende da te per mille altre cose. O anche per nessuna, se vuoi, visto che un papà (o chiunque) con un biberon può accudire un bambino tanto quanto una mamma (ovviamente parlo dal punto di vista pratico).
Io preferisco pensare che il mio rapporto con mia figlia sia intenso e speciale per altri motivi, che non per il modo in cui l'ho nutrita nei suoi primi sei mesi di vita :-)

Finalmentemamma ha detto...

cenerentola sono daccordo con seavessi...non è l'allattamento che fa si che tua figlia dipenda da te..o meglio non è sol oquello, tua figlia o tuo figlio dipende da te per essere cambiato, coccolato, amato...in tutto e per tutto, anche chi da il latte artificiale da la vita ai propri figli!!!!e poi rossana...io credo che tu abbia fatto quello che sentivi giusto per i tuoi figli e sicuramente loro sono amatissimi!!!

Cenerentola.incasinata ha detto...

si si io parlavo del dipendere da noi nel senso piu assoluto...nn solo riferito all allattamento...io credo che una mamma che abbia allattato in modo artificiale sia assolutamente meritevole come chi ha avuto modo di farlo nel modo naturale, su questo nn ho nessuna ombra di dubbio!!! mi fa paura di nn essere in grando di farlo dipendere da me per tutto...quello intendevo...

SuSter ha detto...

Il fatto di poter nutrire tuo figlio attraverso il tuo corpo può essereun'esperienza molto gratificante,ma ciò non toglie che comporti una fatica grandissima e un impegno continuo. IN pratica per i primi mesi se scegli di allattare sei limitata in tutto ciò che fai, hai tempi ristrettissimi, sei sempre stanca,e io credo che sia naturale chea volte si possa arrivare a maturare un rifiuto per la cosa, perchè è un'appropriazione del tuo corpo, perchè ti vedi solo in chiave funzionale ad espletare una necessità fisiologica, perchè all'inizio il bambino in braccio a te piange sempre, perchè vuole la tetta, non c'è niente da fare, e tu ti senti trasformata in un'enorme tetta erogatrice... ragazze prima o poi oserò dire la mia su questo argomento... mi intimidisce solo un po' ammettere davanti a un esercito di pessime mamme che desideravano ma non hanno potuto, che io invece ho allattato fino al 4° mese, e che ora non rimpiango affatto quei tempi!

madamadorè ha detto...

concordo con quanto avete detto, l'allattamento è una cosa bellissima e stancante al tempo stesso.
C'è una cosa che è certa, non dura per sempre, e se la rapportiamo alla lunghezza della vita dei nostri figli sei mesi sono poco più di niente.
é per questo che ho tenuto duro e ho cercato di pensare solo a quanto fosse bello. Ho smesso di allattare mia figlia da circa un mese, non rimpiango quei giorni ma sono contenta di averli vissuti.

A Prova di Mamma ha detto...

36 ore??? non immagino neanche come possano essere state quelle 36 ore, sia per lui (poretto! :-p ) ma anche per te, perchè non deve essere stato facile prendere una decisione tale! comunque hai tutto il mio supporto: quel che una mamma decide è giusto (ma non ditelo a MIA madre).

Contessa ha detto...

Dico solo che pur essendo ancora a 31 settimane ho già comprato i ciucci, stavolta.

Betta ha detto...

concordo con tutte...io ho allattato fino ai 14 mesi del mio bimbo,ero sempre stanca è vero,ma averlo in grembo era meraviglioso ogni volta...ho smesso perchè lui era diventato un po' tirannico:mi tirava la maglietta ogni volta che voleva e,benchè felicemente svezzato,prendeva ancora la tetta 4-5 volte al giorno! ammetto che era l'estate scorsa e la tetta al mare in vacanza è stata una gran comodità! dopodichè ho iniziato col latte di mucca (mai dato una goccia di artificiale o di proseguimento),che ha subito preso volentieri e si è scordato in pochi gg. dell'esistenza della tetta,così come nulla fosse! e io allibita! temevo che avrei fatto molta + fatica a scollarmelo di dosso! sopratt.xkè si addormentava sempre e solo con la tetta..come avrei fatto senza? semplice: gli bastavano un po' di coccole e crollava! però ora,a 20 mesi si addormenta solo con me a fianco,abbracciati nel lettone... e ciò non va affatto bene,nè x lui nè x noi...ma proprio non ne vuole sapere di addormentarsi da solo nel suo lettino :-( Quindi credo che l'allattamento al seno prolungato sia stato un'esperienza bellissima ed unica x entrambi,però ora ne pago le conseguenze,perchè mi è legatissimo (fin troppo) e non riesco a lasciarlo a nessuno per + di un'oretta... a settembre vorrei mandarlo la nido,sopratt.x farlo socializzare, ma anche x respirare io un po'..anche solo part-time..ma temo che nn sarà facile farglielo accettare...